Resistenza e resilienza

Liberthalia

Il paradosso della Resistenza italiana (caso unico nelle democrazie occidentali) è quello di aver dovuto giustificare se stessa per i successivi 73 anni dalla Liberazione dal nazifascismo nello stesso Paese, che pure il fascismo lo aveva inventato nonché esportato (e che per questo dovrebbe almeno mostrare un po’ più di pudore). Perché la Resistenza stava lì, con la sua testimonianza cruda e vitale, a ricordarne le complicità e la pusillanimità, di quanti per ignavia preferirono non scegliere o che per opportunismo si schierarono con il vincitore del momento, ma solo ‘dopo’, affinché tutto cambiasse per rimanere com’è. Per questo il massimo problema non è mai stata la defascistizzazione dello Stato (e della società italiana), ma la rimozione stizzita e reiterata dell’esperienza resistenziale, che nel suo unicum ha sempre costituito un’anomalia nel panorama dei trasformismi e delle italiche convenienze. Non potendo ancora essere cancellato, il ricordo della Liberazione è stato circoscritto…

View original post 511 altre parole

Annunci

Anche la ‘politica’ ha i suoi Bambinelli… più o meno prodigiosi e tutti ben pasciuti. Magari il loro avvento non viene annunciato da una stella cometa, ma il legame con la mangiatoia in genere dura tutta la vita, tanto deve essere comoda ed accogliente la greppia del potere. Hic manebimus optime. Il Bomba, lo si […]

via Neon Genesis Oversize — Liberthalia

Hello world!

Welcome to WordPress.com. After you read this, you should delete and write your own post, with a new title above. Or hit Add New on the left (of the admin dashboard) to start a fresh post.

Here are some suggestions for your first post.

  1. You can find new ideas for what to blog about by reading the Daily Post.
  2. Add PressThis to your browser. It creates a new blog post for you about any interesting  page you read on the web.
  3. Make some changes to this page, and then hit preview on the right. You can always preview any post or edit it before you share it to the world.